5 Motivi Per Correre l’Ecomaratona Del Ventasso

Non Diremo Bugie… Questa 42km è una Gara di Trail Running Bella Tosta.

Con un paio di salite belle ripide, l’Ecomaratona del Ventasso – che prende il suo nome dal Monte Ventasso, raggiunto dai trail runners alla sua massima altezza di 1727 metri – è impegnativa a dir poco.

Ormai sono quindici anni che ogni luglio negli Appennini Reggiani si svolge l’Ecomaratona del Ventasso – dando il benvenuto a trail runners australiani, statunitensi, danesi, svizzeri, olandesi, taiwanesi, dell’Hong Kong, e molti altri ancora.

Ecomaratona del Ventasso – Una Gara di Trail Amata dagli Stranieri!

Ho chiesto al Direttore di Gara, Michele Bucci, perché questo evento di “basso profilo” ha una così sentita partecipazione straniera.

“In realtà è un po’ un mistero!” Esclama Michele. “Può darsi che partecipino gli atleti in vacanza in Italia che decidono di passare un weekend qua nel nostro piccolo paesino, Busana. Forse apprezzano le nostre montagne più di noi stessi!”

“Abbiamo avuto un canadese, che ha lasciato la famiglia al mare a quasi 300 km da qui; un brasiliano che è arrivato qua in bici, pedalando per 70 km sotto un temporale e che ci ha persino aiutato ad organizzare la logistica dell’evento; un finlandese che è alla sua terza Ecomaratona di fila; e anche una coppia di norvegesi che hanno entrambi raggiunto il podio della gara corta, la Cadoniche Trail.”

“Sembrano tutti apprezzare il cibo ed il nostro paesaggio selvatico…” Aggiunge Michele, quasi sconvolto.

Lago Calamone, Ventasso
Lago Calamone, Ventasso

Quindi non è solo Italy on Trail ad apprezzare il cibo…

Eccovi i nostri 5 buoni motivi per i quali l’Ecomaratona del Ventasso è un’ottima gara di trail per un straniero!

#1 Gli organizzatori stessi sono la tua famiglia italiana!

Correre l’Ecomaratona del Ventasso è come correre una gara organizzata dalla tua stessa famiglia. Una famiglia italiana. Immaginate una marea di zie, zii, e cugini (alcuni dei quali anche abbastanza attraenti!) italiani. Mettici dentro un paio di sapienti nonnine, e una bella manciata di nonni, e ti sentirai… il più coccolato dalla famiglia!

Dall’inizio alla fine, la 42 km è colma dai tuoi stessi ipotetici parenti, che fanno di tutto per accertarsi che tu, il runner-cugino venuto da lontano, sia trattato al meglio durante la gara. Le scalate, il caldo, e i tuoi lamenti saranno addolciti dall’allegria genuina della famiglia locale.

E con ben nove punti di ristoro lungo il percorso, un caloroso benvenuto è sempre dietro l’angolo!

Ristoro Ecomaratona del Ventasso
Ristoro Ecomaratona del Ventasso

#2 Percorso permanentemente segnato, cartelli grandi e facili da leggere

Il percorso dell’Ecomaratona del Ventasso è perennemente segnato con cartelli chiari e semplici. Ciò vuol dire che puoi letteralmente venire a Busana quando vuoi per provare il percorso, o tornarci post-gara per fare delle foto, una passeggiata rilassante, e assaporare a pieno il luogo.

L'Ecomaratona del Ventasso ha una segnaletica fissa permanente
L’Ecomaratona del Ventasso ha una segnaletica fissa permanente

#3 Vivi la vita del Cerwood Adventure Park ed il campeggio Le Fonti

La gara passa per due volte attraverso il frequentatissimo campeggio “Le Fonti” ai chilometri 6 e 38. Qui arriverai (due volte) al punto di ristoro gestito da alcune adorabili signore (che fanno parte della suddetta categoria “zie italiane preferite”). Le troverai particolarmente benvenute al km 38, quando ogni parte del tuo corpo e forse anche la tua testa cominciano ad arrancare, e ti fermi dalle gentili signore a farti offrire un pezzo di torta. O magari due.

Vivrai anche l’esperienza bizzarra di imbatterti in alcuni momenti intimi dei campeggiatori, che si laveranno, giocheranno a ping-pong, leggeranno un libro, o griglieranno una o due salsicce mentre passi…

E’ altrettanto surreale e divertente il tratto che attraversa lo Cerwood Adventure Park, luogo di attrazione di, a quanto pare, tutte le famiglie in un raggio di 160km, che vengono qui per un gelato, un’attività, o per vivere “un’avventura”. E’ un compito abbastanza arduo raggiungere il punto di ristoro, ma non è una brutta cosa: serve ad alzare alla grande lo spirito, sul sottofondo dei turisti della domenica che ti festeggiano!

Il Percorso passa per il Campeggio e l'Adventure Park Cerwood.
Il Percorso passa per il Campeggio e l’Adventure Park Cerwood.

#4 Un ambiente per audaci: crinali, colline, laghi e foreste

Il percorso dell’Ecomaratona del Ventasso è molto boscoso, dunque è piacevolmente ombreggiato. Per compensare l’effetto-Cappuccetto Rosso c’è poi un bel tratto lungo le rive del Lago Calamone, dove troverete ancora un altro punto di ristoro (stavolta gestito dalla categoria “cugini saggi che ti mettevano un po’ in soggezione da bambino”).

La scalata erbosa e quasi in verticale che ti porterà in cima al Monte Ventasso è semplicemente epica, e ti dà quella godibile sensazione di avere conquistato una montagna!

Se non hai mai corso lungo un crinale, la morbida schiena del Monte Ventasso è una “prima volta” ideale! Largo, erboso, e con viste stupende, correrai lungo la cresta in compagnia di camminatori, il che ti offrirà una prospettiva di “normalità” se per caso hai un momento – del tipo: “O mio dio sto correndo su un crinale!”.

Intorno al km 33, quando tutto sembra scivolare via in una zona grigia di trail-rifiuto, incontrerai una lunga successione di cespugli di lamponi. Sissignore, con lamponi veri e a portata di mano! Piccoli ma efficaci al momento giusto. Sapete il proverbio… “Non sono le dimensioni che contano…”

L'ambiente fantastica dell'Ecomaratona del Ventasso
L’ambiente fantastica dell’Ecomaratona del Ventasso

#5 Un pacco gara come avrebbe fatto la mamma

Un bel pacco di wafer, pasta, buoni sconto, un Buff dell’EcoMaratona del Ventasso e una bellissima t-shirt, una barretta energetica… Con un pacco gara così, non hai scuse per non competere al meglio! In effetti, è un bell’incoraggiamento, quando al ritiro pettorale ti danno un ricco cesto di bontà da frugare, rovistare, e che ti fa sentire come se ti avessero appena dato un generoso regalo (riecco la famiglia italiana).

Potresti rischiare di sentirti come un bambino al compleanno, e che tutta la manifestazione sia una grande festa…

In un certo senso lo è. Ma include anche un notevole dislivello di 2300 m!

Pacco Gara Ecomaratona del Ventasso
Pacco Gara Ecomaratona del Ventasso

Maria E. BelliniMaria Elisabetta Bellini is Italyontrail.com’s founder, born in the U.K, she came to running whilst living in Italy, where she still lives and trains. Never ceasing to marvel at what’s at the summit of a hill, or around the bend along the trail, she loves using trail running as a means to explore nature, contemplation and Italy.

Leave a Reply

Your e-mail address will not be published. Required fields are marked *